Rote Fabrik

Il centro culturale alternativo in riva al Lago di Zurigo, che ha già ospitato Nirvana e Red Hot Chilli Peppers, ha una storia movimentata alle spalle e tanti progetti per il futuro.

  • Scena artistica e culturale alternativa
    Concerti, film, teatro e gastronomia sotto lo stesso tetto
    Posizione meravigliosa in riva al Lago di Zurigo

Il contrappunto alternativo alle istituzioni classiche del centro è la Rote Fabrik, situata in posizione incantevole in riva al Lago di Zurigo.

Il famoso centro culturale propone concerti, interventi artistici, film, rappresentazioni teatrali su temi sociali e politico-culturali, tutti sotto lo stesso tetto.

L’areale della Rote Fabrik ospita anche la Shedhalle, un’istituzione dedicata all’arte contemporanea e critica, e il ristorante Ziegel oh Lac.

Storia:

La Rote Fabrik è stata un setificio fino al 1940. Dopo la sua chiusura, molti locali della fabbrica sono rimasti vuoti o sono stati utilizzati come magazzini. Negli anni Settanta e Ottanta, il movimento giovanile zurighese si è opposto a questa scelta. In cerca di un centro culturale indipendente, i giovani hanno riconosciuto nell’areale della fabbrica il luogo adatto. 

Tuttavia, il movimento non veniva preso molto sul serio. Solo dopo innumerevoli dimostrazioni e qualche tumulto, la location è stata affittata a titolo di prova alla “Interessengemeinschaft Rote Fabrik” (che esiste ancora oggi). Poco dopo, prima ancora di diventare famose in Europa, qui si sono esibite band del calibro di Nirvana, Red Hot Chili Peppers, Bad Religion e Manu Chao, regalando al pubblico concerti leggendari. Günter Grass e Alice Schwarzer hanno letto nella sala della discoteca, mentre il teatro ha ospitato rappresentazioni e serate di confronto con un pubblico giovane e partecipe.

Nel 1987, la soluzione provvisoria è stata trasformata in un’attività definitiva. Il concetto della Rote Fabrik funziona ancora oggi.

Visualizzare tutta la descrizione Nascondere descrizione